CERCA SITEMAP FEED RSS 1280
Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2009
interceptors e AOP
Quando esiste un task comune a più classi java e si vuole evitare di modificare a seguito di cambiamenti ogni singola classe si possono utilizzare gli interceptors.
Un tipico esempio è rappresentato dall’operazione di logging che spesso è richiesta per accedere a diversi servizi offerti.
Se le informazioni di logging cambiano e l’operazione di logging è stata implementata separatamente per ciascuna classe ...
Enterprise JavaBeans è basato sull’idea di oggetti gestiti che non sono altro che Plain Old Java Object (POJO) annotati.
Quando un client invoca un EJB utilizzando l’interfaccia che questo espone, non dialoga direttamente con l’istanza ma con il container che fa da proxy fra le due parti.
In particolare per ogni istanza di un EJB, il container genera un proxy chiamato EJB object che ha accesso a tutte...
Di solido le comunicazioni fra i componenti di un’applicazione sono sincrone il che significa che l’oggetto che effettua la chiamata e l’oggetto che viene invocato devono essere entrambi presenti affinchè la comunicazione possa avverinre.
La comunicazione sincrona comporta anche il fatto che il client deve attendere che l’oggetto invocato completi l’elaborazione della richiesta prima di poter procedere oltre.
I Message-Oriented Middleware (MOM) permettono...
Enterprise JavaBeans: Session bean stateful
I session bean stateful garantisco il mantenimento dello stato della comunicazione.
Il container EJB infatti fa in modo che l’invocazione di metodi da parte dello stesso client sia gestita sempre dalla stessa istanza del session bean.
Ciò naturalmente ha un costo, dal momento che ogni istanza deve infatti essere mantenuta in memoria fino alla successiva richiesta si ha infatti una notevole occupazione di memoria.
Enteprise JavaBeans: Session bean stateless
I session bean stateless non mantengono alcuno stato della conversazione con il client.
Essi sono tipicamente organizzati dal conteiner in un pool: ad ogni richiesta da parte del client un’istanza del session bean di tipo stateless viene recuperata dal pool e assegnata al client, quando la richiesta si conclude, l’istanza torna al pool per un successivo riutilizzo.
Questo significa che un numero relativamente piccolo ...
Enterprise JavaBeans: Session bean
I session bean costituiscono la parte più importante delle specifiche EJB perché incorporano la logica di business e, utilizzando dati e risorse, implementano le funzionalità offerte dall’applicazione.
I session bean sono gli unici EJB che possono essere invocati direttamente dai client (web component, applicationi desktop…): ogni richiesta effettuata da parte di un client va inquadrata all’interno di una sessione.
Introduzione a EJB
Enterprise JavaBeans è una piattaforma per la creazione di applicazioni business portabili, riusabili e scalabili mediante il linguaggio java.
Un’applicazione è costituita da componenti che vivono all’interno di un EJB container che fornisce a tali componenti un certo numero di servizi quali la gestione della sicurezza, delle transazioni, i supporto per i web-services…
I componenti EJB sono simili a un qualsiasi altro POJO ...
Pagine: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7