CERCA SITEMAP FEED RSS 1280
Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2009
Il metodo find dell’interfaccia EntityManager consente di recuperare un’entità di cui si conosce esattamente la primary key, le Query API invece consentono di scrivere query che consentono di recuperare collezioni di entità.
JPA Query API consente di usare Java Persistence Query Language (JPQL) o SQL, la differenza fra le due soluzione sta nel fatto che JPQL restituisce entità mentre SQL restituisce record.
Enterprise JavaBeans: L'interfaccia EntityManager in JPA
entitymanager jpa
Le annotazioni ORM descrivono come le entità devono essere rese persistenti, l’interfaccia EntityManager invece si occupa di rendere persistenti le entità e di effettuare operazioni CRUD (Create, Read, Update e Delete) su di esse.
L’interfaccia EntityManager è probabilmente la più importante delle Java Persistence API perchè costituisce un ponte tra il mondo Object-Oriented e quello relazionale.
Quando noi richiediamo la creazione di un’entità ...
Object-Relational Mapping (ORM) in JPA
Il passaggio dal modello object-oriented a quello relazionale è reso particolarmente complicato dal fatto che un oggetto può mantenere riferimenti ad altri oggetti, può estendere altri oggetti (ereditarietà), può includere oltre ad uno stato anche dei comportamenti.
La base della persistenza nelle applicazioni java è rappresentata dalla possibilità di salvare e recuperare gli oggetti del dominio ...
Enterprise JavaBeans: Java Persistence API (JPA)
Java Persistence API (JPA)
Spesso il primo passo nello sviluppo di applicazioni enterprise consiste nella creazione del domain model ovvero dell’insieme di entità del dominio e delle relazioni fra esse.
Il domain model è l’immagine concettuale del problema che il sistema deve risolvere, esso descrive oggetti e relazioni ma non si occupa di definire come il sistema agisce su tali oggetti. L’ obiettivo è quello di identificare le entità che devono essere persistenti e quindi memorizzate nel database...
JBoss Application Server: Secure Sockets Layer (SSL) in JBoss AS 5
Secure Sockets Layer (SSL) è un protocollo basato su certificato che abilita la cifratura e l’autenticazione della sorgente.
JBoss Web Server ha un supporto interno per SSL attraverso il suo connettore http pertanto è possibile configurare SSL per le web application in maniera semplice.
Quando l’autenticazione riguarda esclusivamente il server allora si parla di server authentication, in questo schema...
sicurezza web application jboss as 5
Di default le web application non sono sicure, questo significa che se scriviamo una web application e ne effettuiamo il deploy questa risulterà accessibile a chiunque.
I file di configurazione utilizzati in JBoss AS 5 per definire la sicurezza a livello server e a livello applicazione sono:server.xml: configura JBoss Web Server e in particolare può essere usato per definire i connettori.
I file web.xml e jboss-web.xml: possono essere usati ...
JBoss Application Server: JBoss Web Server
jboss web server
Le tecnologie più comuni nella creazione di web application sono le JSP e le servlets che vivono all’interno diweb container dei quali il più popolare è Apache Tomcat.
JBoss AS 5 fa uso di un nuovo prodotto Red Hat chiamato JBoss Web Server che combina la velocità di Apache HTTP Server con la versatilità di Apache Tomcat.
Le web application Java EE sono impacchettate in una struttura WAR definita dalle specifiche servlet.
Pagine: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7